Considerando che gli eredi eruditi dai nostri collaboratori a volte tentando di mettere in discussione l’onorario del nostro Studio, citiamo alcune delle sentenze emesse da diversi tribunali che confermano che gli eredi di fatto sono tenuti a corrisponderlo:

- In caso di ricerca di eredi in Germania trova applicazione il diritto austriaco (gestione d’affari) nel caso in cui fosse uno Studio austriaco a trovare gli eredi, Pretura di Bayreuth, 3.7.2013
- È giustificato un diritto per gestione d’affari pari al 30%, Tribunale Federale di Gänserndorf, 17.4.2013
La decorrenza del termine di prescrizione per una causa per affari d’eredità inizia al momento della riversione del caso allo Stato austriaco, Corte suprema di Cassazione, 31.1.2013
- La decorrenza del termine di prescrizione per una causa per affari d’eredità inizia al momento della riversione del caso allo Stato austriaco, Corte suprema di Cassazione, 31.1.2013
- È giustificato un diritto al percepimento di un onorario pari al 35%, Tribunale Federale Interno della Città di Vienna, 29.11.2010
- È giustificato un diritto al percepimento di un onorario pari al 40% a seconda del grado di parentela, Corte d’Appello di Vienna, 26.5.2010
- Conferma della suddetta sentenza da parte della Corte suprema di Cassazione, 12.7.2000
- È giustificato un diritto del Genealogista senza affidamento d’incarico (gestione d’affari), Corte suprema di Cassazione, 3.10.1996

Sentenze internazionali

Anche nel resto d’Europa sono state emanate diverse sentenze che confermano che lo Studio genealogico ha diritto a percepire un onorario. Per citare qualche esempio:

- Tribunale di Darmstadt, sentenza del 29 giugno 2000, 13015/99
- Corte d’Appello di Berlino, sentenza del 5 novembre 2001, 26 U 10301/100
- Tribunale di Berlino, sentenza del 1° febbraio 2002, 35.0.423/01
- Tribunal de Grande Instance de Paris dell’11 febbraio 2003, 03/80053
- Tribunal de Grande Instance de Creteil del 18 marzo 2003, 02/12791/2eme Chambre
- Tribunale di Ellwangen, sentenza del 14 maggio 2003, 5 O 95/03
- Tribunale di Berlino, sentenza del 19 dicembre 2003, 35 O 131/03
- Tribunal de Grande Instance de Grasse del 27 gennaio 2006, RG N° 04/07781
- Alta Corte distrettuale del Land Brandeburgo, sentenza del 20 maggio 2008, 11 U 157/07
- Tribunale di Potsdam, sentenza del 7 ottobre 2008, 6 O 128/08

Lingue conosciute

Tedesco, Inglese, Francese, Italiano, Croato, Olandese, Polacco, Portoghese, Rumeno, Russo, Svedese, Serbo, Slovacco, Sloveno, Spagnolo, Ceco e Ungherese

Danke, Frau Kager. Ich schätze Ihre Arbeit und Freundlichkeit sehr. Auch wenn ich manchmal kurz angebunden bin, dann liegt das einfach daran, dass ich manchmal sehr eingespannt bin.

Dear Mag. Unger, I want to thank you for all your efforts and patience regarding the settlement of my grandfather’s estate. I spoke with the (…) family this week and they said they were following up with your requests to possibly rece…

Sehr geehrte Kanzlei! Danke für Ihre positive Erledigung , freue mich sehr darüber. Ich wünsche frohe Weihnachten und alles Gute, mit freundlichen Grüßen W. J.

Ich möchte mich bei Hrn. Mag. Gallobitsch für seine tolle Arbeit bedanken. Ich bin morgen Donnerstag in der Innenstadt am Nachmittag unterwegs und könnte bei Ihrer Kanzlei vorbeikommen. Ich bitte Sie um eine Information bis wann …